associazione

Conoscere il legno per costruire edifici sicuri. Appuntamento Federlegno Università Macerata

Ricerca, condivisione e formazione. Tre le parole chiave di FederlegnoArredo per la messa in sicurezza del patrimonio abitativo nazionale. Primo appuntamento a Macerata dove il 13 giugno verrà presentato il progetto di informazione e formazione sull’utilizzo del legno in chiave antisismica.

Nell’ambito dell’ intenso piano di ricerca avviato con le maggiori Università Italiane, sostenendo gli sviluppi ingegneristici all’interno del Politecnico di Milano e presso l’Università di Trento, FederlegnoArredo e Conlegno (in partnership con la fondazione Symbola) hanno definito una profonda attività di formazione, rivolta sia agli associati sia a tutte le professionalità del settore edile, che verrà presentata il prossimo 13 giugno all’Università di Macerata in occasione del convegno “Il legno, nuovo modello di sostenibilità e di economia circolare” (ore 15.00 – Polo Pantaleoni, Vecchia Macerata). L’iniziativa, che vedrà il coinvolgimento dei maggiori ordini professionali, è nata per mettere in condivisione le esperienze dell’ufficio tecnico della federazione nell’ambito delle costruzioni di legno, con un preciso obiettivo: stimolare la crescita della filiera edile nelle zone del Centro Italia sensibilizzando tecnici e committenti sui vantaggi offerti dalle soluzioni costruttive in legno in termini di sicurezza e comfort abitativo, soprattutto in considerazione delle attività di pianificazione e ricostruzione dei territori colpiti dal sisma. Informare progettisti e soggetti istituzionali significa dunque avviare un processo virtuoso in termini tecnici e sociali. Non solo, vuole anche dire essere protagonisti di un cambiamento che valorizza soluzioni leggere, realizzate con tecnologie in legno, rispettose dell’ambiente e che consentano tempistiche di cantiere snelle, caratteristiche che permettono di ridare vita a territori messi a dura prova da una serie di drammatiche circostante (Umbria, Lazio, Marche, Abruzzo) e ridare fiducia alla popolazione. In particolare, saranno organizzati una serie di incontri e convegni tematici da svolgersi all’interno del cratere del sisma a partire da settembre, con l’obiettivo di informare tutti i soggetti interessati, dalla pubblica amministrazione ai singoli tecnici. L’impegno della Federazione verso formazione e informazione si concretizza inoltre in altre importanti iniziative: sul sito di Assolegno sono disponibili le pubblicazioni redatte dall’ufficio tecnico e dai maggiori centri di ricerca e Università; saranno organizzati appuntamenti puntuali sul territorio con le singole amministrazioni locali e centrali per un approfondimento tecnico dedicato alle soluzioni costruttive in legno. Sarà infine delineato un processo di affiancamento ai singoli cittadini e le amministrazioni, tramite la formazione di uno sportello in remoto per una consulenza ad hoc rivolta a tutti coloro che abbiano la volontà di approfondire i temi dell’ingegneria e tecnologia in legno. Soddisfatto Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo, : ”È solo attraverso un percorso condiviso che si riesce a innalzare il livello qualitativo del comparto edile. Considerando che ogni materiale è in grado di interagire con gli altri, dovremo fornire gli opportuni strumenti al progettista e a tutta la filiera garantendo così la possibilità di soddisfare i requisiti di sicurezza disposti dalle vigenti Norme Tecniche delle Costruzioni. In questo processo il legno può e deve essere un punto di riferimento per il prossimo rinascimento del panorama edile italiano a cui FederlegnoArredo darà un contributo fondamentale grazie a iniziative basate sul trasferimento di know-how come quella presentata oggi. Ricerca e formazione sono e saranno la chiave di lettura per definire la competitività del settore da qui ai prossimi anni.” Di seguito riportiamo brevemente il programma indicativo dell’evento:

Introduzione ai lavori
Francesco Adornato, Rettore Università di Macerata
Marco Vidoni, Presidente Assolegno

Rosita Pretaroli, Università di Macerata
Le nuove forme di economia di settore e di economia circolare indotte dal legno

Antonio Brunori, segretario generale PEFC
“Il legno sostenibile: dalla salvaguardia del bosco le opportunità per lo sviluppo del  territorio”

Paola Nicolini, Università di Macerata
“Nuovi habitat: sicurezza e sostenibilità “

Gabriele Bernardini, Università Politecnica delle Marche
“La progettazione e il fattore utente. Il behavioural design”

Pippo Ciorra, Università di Camerino
L’architettura contemporanea in legno

Ivan Giongo, Università di Trento
La progettazione sismica delle strutture in legno: attività di ricerca

Loris Borean, Studio di ingegneria Pordenone
Modelli di ricostruzione in legno: le esperienze in Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna

Stefano Boeri, architetto consulente per la ricostruzione in Centro Italia

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Serramenti+design © 2017 Tutti i diritti riservati