mercato

Dazi anti dumping su acciaio cinese anticorrosione, Commissione UE li rende definitivi

L'inchiesta ha confermato che i produttori cinesi praticavano il dumping del prodotto sul mercato dell'UE, conclusione che aveva già portato all'imposizione di dazi provvisori ad agosto 2017. I dazi che saranno applicati nei prossimi 5 anni variano dal 17,2% and 27,9%
0
57

i dazi anti dumping su acciaio cinese anticorrosione sono stati defbiti a seguito di un'inchesta avviata dalla Commissione UEI dazi anti dumping su acciaio cinese anticorrosione introdotti nell’agosto scorso nella Ue a tutela del mercato comunitario, sono da ieri definitivi. Sulla base delle conclusioni redatte dall’indagine condotta, la Commissione UE ha infatti deciso di rendere definitiva l’imposizione  di dazi anti dumping su acciaio cinese anticorrosione. Tipologia di acciaio che trova largo impiego nell’industria delle costruzioni ( filiera serramentistica compresa) e nell’industria meccanica per un valore complessivo stimato in oltre 4,5 miliardi di euro di cui oltre il 20% assorbito da forniture originarie provenienti dalla Cina. L’indagine condotta in questi mesi avrebbe infatti confermato che i produttori cinesi praticavano il dumping del prodotto sul mercato dell’UE. I dazi saranno applicati nei prossimi 5 anni e variano dal 17,2% al 27,9%.

dazi anti dumping su acciaio cinese inevitabili

Le misure adottate ieri sono state definite per contrastare la pressione al ribasso sui prezzi di vendita, fonte di problemi finanziari per i produttori dell’UE. Industria siderurgica  fondamentale per l’economia dell’Unione che occupa una posizione centrale nelle catene globali del valore e impiega centinaia di migliaia di cittadini europei. Negli ultimi anni l’eccedenza di capacità produttiva di acciaio a livello mondiale ha fatto calare i prezzi a livelli insostenibili, con ripercussioni dannose sul settore, sulle industrie collegate e sull’occupazione. L’UE sta quindi sfruttando tutte le potenzialità dei suoi strumenti di difesa commerciale per garantire ai suoi produttori condizioni di parità e la capacità di mantenere posti di lavoro nel settore.

misure a sostegno competitività industria UE

Attualmente sono in vigore 53 misure sui prodotti siderurgici, di cui 27 su quelli originari della Cina. A marzo 2016 la Commissione aveva pubblicato una comunicazione che illustrava le misure a sostegno della competitività dell’industria siderurgica dell’UE; un maggiore utilizzo degli strumenti di difesa commerciale era uno dei pilastri della strategia. Ricordiamo ancora che la Commissione UE ha pure partecipato al Forum mondiale sull’eccesso di capacità produttiva di acciaio, che nel novembre scorso ha approvato un ambizioso pacchetto di soluzioni strategiche concrete per affrontare la pressante questione dell’eccesso di capacità produttiva globale del settore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here