Aperto bando “Marchi+3” per agevolazione registrazione marchi a livello internazionale

Due le Misure agevolative previste dal bando “Marchi + 3” : Misura A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici; Misura B - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici

Attivato dal Ministero dello Sviluppo Economico il bando Marchi + 3” per la concessione di agevolazioni per favorire la registrazione di marchi comunitari e internazionali a favore di Micro, Piccole e Medie Imprese di ogni settore economico con sede legale e operativa in Italia, iscritte al Registro delle Imprese e in regola con il pagamento dei diritti camerali annuali. Agevolazioni – disponibili fino all’esaurimento dei fondi – concesse ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407 , in base al quale l’importo complessivo degli aiuti de minimis accordati ad un’impresa non può superare 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari).

Due le Misure agevolative previste dal bando “Marchi + 3” : Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici; Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Sono ammissibili alle agevolazioni previste dal bando “Marchi + 3”  le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, siano in possesso dei seguenti requisiti: a. avere una dimensione di micro, piccola o media impresa; avere sede legale e operativa in Italia; essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale; non essere in stato di liquidazione o scioglimento e non essere sottoposte a procedure concorsuali; non avere nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (D. Lgs. n. 159/2011 e s.m.i.); essere titolari del/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione; aver ottenuto nei termini e modalità di cui ai successivi punti 6 e 7, per il/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione, la pubblicazione della domanda di registrazione sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B e di aver ottemperato al pagamento delle relative tasse di deposito.

Le risorse disponibili per l’attuazione delle Misure agevolative previste bando “Marchi + 3” ammontano complessivamente a € 3.825.000,00. L’impresa può richiedere un’agevolazione per le spese sostenute per: progettazione del marchio (ideazione elemento verbale – ad esclusione dell’ideazione di un elemento verbale coincidente con la denominazione dell’impresa stessa – e/o progettazione elemento grafico) effettuata da un professionista grafico titolare di partita IVA relativa all’attività in oggetto o da un’azienda di progettazione grafica/comunicazione; assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; ricerche di anteriorità per verificare l’eventuale esistenza di marchi identici e/o di marchi simili che possano entrare in conflitto con il marchio che si intende registrare, effettuate da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati o da un centro PATLIB – Patent Library; assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato iscritto all’Ordine degli avvocati. L’agevolazione per tale servizio potrà essere richiesta – nel rispetto dei limiti previsti per singolo marchio – anche a fronte di un’agevolazione già concessa presentando, entro i termini di vigenza dello stesso, una nuova successiva domanda di agevolazione.

Ai fini dell’ammissibilità tutte le spese (comprese le tasse di deposito) devono essere state sostenute a decorrere dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione. Le spese devono fare riferimento a fatture emesse e a pagamenti effettuati a partire dal 1° giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Serramenti+design © 2018 Tutti i diritti riservati