Assemblea distretto tecnologico Habitech: nuovo Collegio Sindacale e nuove opportunità future

Crescono le imprese aderenti al distretto; crescono qualità e valore dei servizi, cresce il fatturato a dimostrazione che il nuovo modello organizzativo collaborativo riesce a fruttare le reciproche conoscenze per crescere e innovare
0
38

Si è riunita ieri l’Assemblea ordinaria dei soci Habitech – Distretto Tecnologico Trentino – presieduta dal presidente Marco Pedri, che in apertura dei lavori ha presentato il dettaglio delle voci di bilancio di esercizio 2017, riportando gli ottimi dati in termini di valore della produzione grazie anche al lavoro di gestione e monitoraggio delle attività da parte dell’amministrazione di Habitech. Bilancio d’esercizio 2017 , approvato all’unanimità, che presenta un fatturato pari a 2.100.821 ed un utile , dopo le imposte, pari a 46.738 Euro interamente destinato a riserva . A crescere sono stati soprattutto i servizi di mercato offerti, seguiti dalle attività istituzionali come ARCA e Odatech, i progetti finanziati ed i servizi di innovazione.

Habitech ha proposto un nuovo modello organizzativo che è in grado di anticipare lo sviluppo dei servizi di mercato, e si pone sempre all’avanguardia – ha sottolineato Pedri – in particolare per quanto riguarda l’attenzione verso i propri Soci: dal 2017 ad oggi abbiamo visto 13 nuovi Soci entrare in Habitech e questo mostra la validità della capacità di innovazione e di sistema che sono propri di Habitech”. È stata anche l’occasione per rinnovare il Collegio Sindacale, giunto alla scadenza del mandato triennale. Le votazioni hanno visto la rielezione del Collegio uscente, composto da Patrizia Pizzini, presidente, da Mariarosaria Fait, con 73 voti, e da Claudio Toller, a conferma dell’apprezzamento del lavoro svolto nel precedente mandato. In chiusura sono state presentate le attività. “Il principio fondamentale alla base di ogni attività di Habitech – ha spiegato il D. G. Francesco Cattaneo è la collaborazione, lo stimolo a lavorare insieme e a far fruttare le reciproche conoscenze per crescere e innovare”.

I progetti finanziati stanno rivestendo un’importanza specifica perché è anche attraverso queste idee progettuali condivise che si possono vedere finanziate e realizzate nuove idee. Il progetto di “Casa Habitech” in Brasile, il prototipo di edificio in legno realizzato nel 2017, vedrà la sua evoluzione con la creazione del progetto di sistema “Habitech do Brasil” nei prossimi mesi. Particolare attenzione è posto per ARCA, la certificazione degli edifici in legno, che ha visto nel 2017 una crescita esponenziale di preventivi e di partecipanti agli eventi formativi organizzati. Sul tema della collaborazione con le istituzioni territoriali trentine, quali la Cooperazione, Confindustria, Associazione Artigiani, di particolare interesse l’avvio di due progetti: uno per la creazione di un acceleratore di startup “Green”, e l’altro per la realizzazione di un Polo Edilizia 4.0, un centro di eccellenza e di avanguardia per rispondere ai bisogni di innovazione e sviluppo del settore delle costruzioni; progetti in piena sintonia con lo sviluppo di Progetto Manifattura da parte di Trentino Sviluppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here