esclusiva

Deficit di sicurezza delle norme armonizzate europee: esistono rimedi legali?

Riallacciandoci alla oramai acclara bufala sulla pretesa “obbligatorietà” della norma UNI 7697-2014 per la disciplina dei serramenti e dei relativi componenti in vetro, di seguito dettagliamo il percorso da seguire a livello UE nel caso in una norma armonizzata si rilevino carenze o lacune per aspetti di importanza primaria
Regolamento UE

Mancata marcatura CE serramenti e responsabilità : due sentenze esemplari

A seguito dell’entrata in vigore del D. Lgs. 106/2017 sono previste pesanti sanzioni di natura penale (pecuniarie e detentive), oltre che amministrative, per l’omessa marcatura CE ma qui ci occuperemo solo del profilo civilistico
mercato

Nuove “spinte” nazionali e comunitarie a marcatura CE e posa in...

Due recenti nuovi dispositivi regolamentari potrebbero avere effetti molto positivi per l’evoluzione già nel breve termine del mercato del serramento: i controlli ENEA sugli interventi di efficientamento effettuati e la nuova EPBD
azienda

Innovazione, efficienza, qualità: “dentro” il mondo Fischer

Un Gruppo industriale nato dall’ingegnosa invenzione di un tassello divenuta, in Italia, sinonimo di fissaggio; la ridefinizione di un principio centrato sul coinvolgimento dei collaboratori come base competitiva; una holding multinazionale costantemente proiettata al futuro e che fa “scuola” incentivando e premiando le nuove generazioni più creative. “Pensiamo in termini di generazioni e non di cifre trimestrali” precisa il professor Klaus Fischer lasciando poi che sia la constatazione diretta dei fatti a dimostrare come
Detrazioni

Solo controllo su Ecobonus…E il decreto “tecnico” su limiti applicativi? Al...

Rispetto alla bozza di testo del decreto "tecnico" sui limiti applicativi di certo si può già affermare la sua inapplicabilità nel 2018 non essendoci oramai più i tempi necessari perché diventi operativo. Fatto che apre oggettivi scenari di una sua articolata (se non totale) revisione
focus sentenze

Vizi e difetti nel bene e /o posa in opera di...

L’epilogo di una controversia con una ditta installatrice di porte scorrevoli che ha portato alla sentenza della Corte di Cassazione n. 2431 del 31 gennaio offre lo spunto per riepilogare le misure di tutela predisposte dalla legge nel caso siano rilevati dall’acquirente vizi e difetti dell’opera o della fornitura
esclusiva

Quando un serramento diventa una “macchina” ? Casi, conseguenze, obblighi e...

È forse intuitivo che applicare un motore ad un avvolgibile, una finestra, uno scuro o una persiana comporta, la meccanizzazione e la automatizzazione di questi serramenti. Molto meno intuitivo, invece, sembrano essere le valutazioni su obblighi, responsabilità e conseguenze che si assumono i serramentisti/installatori esercitando tale pratica. Obblighi e responsabilità che proviamo di seguito a chiarire
ecobonus

Rimodulazione ecobonus per i serramenti al 50 %. Conseguenze (possibili) e...

Le note di accompagnamento alla Legge di Bilancio 2018 che ha rimodulato l' ecobonus per i serramenti al 50 % forniscono concreti elementi di riflessione che inseriti nel più ampio quadro delle misure incentivanti esistenti per gli interventi in edilizia rende evidente la rafforzata volontà di spostarne i vantaggi agli edifici condominiali spostamento che richiede precise competenze specialistiche per quanto riguarda scelta e posa dei serramenti.
mercato

Il serramento e l’orizzonte del 2020 tra passaggi di proprietà, nicchie...

Il problema che si pone quest’anno è che il perdurante dello stato di crisi dell’edilizia, sommato alla crisi del sistema finanziario italiano, ostacola in maniera quasi insormontabile la possibilità di compensare la caduta del mercato italiano con le migliori prospettive offerte da altri Paesi in Europa e nel resto del Mondo. Nel caso delle proprietà italiane, la dimensione aziendale a volte ha permesso di salvare gli interessi del capitale, ma non quelli della filiera
mercato

Serramenti in PVC, tra primati di vendita e norme UNI a...

Il “cortocircuito” innescato tra ente normatore nazionale e associazioni nazionali di settore sulla obbligatorietà (inesistente!) della UNI 7697:2015 si sta “scaricando” tutto sulle spalle delle imprese serramentistiche italiane in termini di minore competitivita di mercato rispetto alle finestre pronte per la posa provenienti dai Paesi Esteri. E se così è: a quali operatori del mercato giova il continuare a sostenerne l'obbligatorietà?