Applicazione

Scuola che riparmia energia. Nuovo edificio temporaneo post sisma

Gli infissi in alluminio sono della Schüco: porte e finestre serie ADS 65 e AWS 65
0
284

A seguito del sisma avvenuto lo scorso anno, la scuola del comune di Fabbrico (RE) è stata gravemente lesionata al punto da non essere più agibile. Grazie al piano straordinario per la costruzione di nuove scuole emanato dalla Regione è stato realizzato un edificio temporaneo a tempo di record: in soli 45 giorni una nuova struttura della superficie di 1.600 mq, in grado di accogliere  415 alunni e in classe energetica A. Quando si pensa ad un edifico temporaneo si immaginano edifici votati esclusivamente alla funzionalità, ma la scuola di Fabbrico è la dimostrazione che una struttura temporanea può essere anche bella e dignitosa. Per garantire il verde pubblico già presente nell’ampio lotto a disposizione, l’edificio è stato appositamente collocato nel lotto attiguo alla scuola esistente e si fonde in maniera armoniosa con la natura e la storia del territorio: utilizza forme e colori sobri e rigorosi che costituiscono l’ossatura del progetto e creano un senso di appartenenza e di partecipazione all’edificio pubblico. Il complesso scolastico, progettato dallo studio Krej Engineering, si avvolge attorno ad un cortile allungato mediante due blocchi in linea collegati da una area centrale che contiene i portici di ingresso e l’atrio. La scelta dell’edificio a C nasce da una esigenza funzionale e distributiva che permette di ampliare nel tempo l’impianto grazie alla flessibilità del progetto. Lo schema compositivo propone un prefabbricato con struttura portante in acciaio che non solo risolve gli elementi di urgenza, rapidità di costruzione e funzionalità ma offre anche totale flessibilità per un futuro riutilizzo, prestandosi soprattutto a dare corretta rispondenza alla normativa antisismica: la struttura proposta infatti è stata calcolata e verificata con la classe di destinazione d’uso IV (pensata per costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti). La progettazione di una scuola è un processo complesso in cui è necessario tener conto dei coefficienti illuminotecnici, determinanti  per lo speciale profilo di utenza cui è destinata. La scuola di Fabbrico è ben orientata in rapporto alla luce solare e presenta aperture ampie vetrate sugli spazi verdi circostanti che nei prospetti divengono l’elemento caratterizzante nell’articolata alternanza di forme e dimensioni. L’intera scuola è stata realizzata adottando materiali e soluzioni tecnologiche che, oltre al comfort abitativo, permettessero di ottenere una costruzione in cui i parametri di efficienza energetica e sostenibilità fossero gli elementi costitutivi del progetto, collocando il fabbricato in classe A con un indice di trasmittanza termica per le pareti esterne  pari  a 0,155 W/m2K e per la copertura pari a copertura 0,224 W/m2K. Gli infissi in alluminio scelti sono della Schüco  (porte e finestre delle serie ADS 65 e AWS 65) opportunamente posizionati e dimensionati  per ridurre al minimo l’esigenza e l’impiego della luce artificiale e grazie alle ottime performance energetiche hanno contribuito al raggiungimento della classe energetica A. Il loro scrupoloso montaggio è stato eseguito  dalla ditta Premetal S.p.a. di Rovereto (TN) impresa capogruppo che ha coordinato i lavori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here