Nuovo protocollo

Certificazione GBC, parte da Guarene il 1°caso studio Historic Building

L’intervento di ristrutturazione in bioedilizia sarà avviato nelle prossime settimane

Firmato a Rovereto (TN), nella sede di Green Building Council Italia, il protocollo d’intesa che darà avvio al primo caso di studio italiano per la definizione di GBC Historic BuildingTM, il nuovo protocollo di sostenibilità per gli edifici storici che vede impegnato un gruppo di lavoro di esperti presentato, a livello internazionale, a giugno dello scorso anno a Venezia. Il nuovo protocollo nasce interamente in Italia e mira a promuovere un nuovo concetto di conservazione sostenibile, nel quale convivano le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale con le indicazioni degli obiettivi europei di efficientamento energetico e riduzione dell’impatto ambientale dell’esistente. Il caso di studio di Guarene, in Provincia di Cuneo, a cavallo tra le colline delle Langhe e del Roero – una delle zone più frequentate dal turismo enogastronomico in Piemonte – rientra in questa categoria di immobili di valore storico e documentale, proprio per la sua natura di “comune” rustico piemontese di fine Ottocento. L’intervento di ristrutturazione in bioedilizia, con l’impiego prevalente di materiali naturali della tradizione locale, sarà avviato nelle prossime settimane su progetto dell’Arch. Alessandro Fassi (già progettista di importanti realizzazioni, come il PAV e l’Environment Park di Torino) e porterà al recupero dell’intera superficie, dove sorgeranno – secondo un’idea antica di “casa-bottega”, in cui convivono attività professionale e vita privata – un’abitazione famigliare, un bed&breakfast “dimostrativo” e, nell’ex fienile, gli uffici di Greengooo! New Media Production, il network specializzato nella comunicazione della green economy e delle smart city, di cui fanno parte l’agenzia Studio Greengrass, il web magazine Greenews.info, il workshop I.MA.G.E. e l’Associazione Greencommerce.  L’intero intervento e l’avanzamento lavori – corredati da disegni, immagini e video – saranno raccontati, fino a maggio 2014, in una rubrica settimanale  su Greenews.info.