azienda

TOPP: due giorni di incontri con centri assistenza e responsabili territoriali

Scopo del seminario tecnico commerciale la volontà di condividere e consolidare il percorso di qualità e servizio offerto a rivenditori e partner nella proposizione, installazione ed assistenza dell’articolata gamma di automatismi per porte scorrevoli e a battente.

Riunione TOPP ottobreUna “due giorni” articolata in incontri tecnici, commerciali e normativi con tutti i responsabili di zona ed i centri di assistenza tecnica, quella organizzata in ottobre da TOPP Srl a Sondrigo (VI). Scopo del seminario tecnico commerciale la volontà di condividere e consolidare il percorso di qualità e servizio offerto a rivenditori e partner nella proposizione, installazione ed assistenza dell’articolata gamma di automatismi per porte scorrevoli e a battente.

Nel corso della prima giornata sono stati presentati, approfonditi e condivisi tutti gli aspetti tecnici e commerciali legati all’introduzione delle nuove porte automatiche scorrevoli T120 e T240 e della nuova automazione per porte battenti S200 (nell’immagine). Il giorno successivo sono stati affrontati argomenti di notevole interesse e attualità, quali quelli relativi all’applicazione dei requisiti della norma EN 16005 (Sicurezza in uso delle porte pedonali motorizzate) ai vari componenti della porta (trave, ante vetrate, radar, ecc.) e alla descrizione delle verifiche da eseguire, fornendo indicazioni anche su analisi dei rischi, dichiarazione di conformità, fascicolo tecnico da predisporre e documentazione da consegnare al cliente.

Ad argomentarle l’Ing. Roberto Franza, uno dei maggiori esperti nazionali e europei in materia di normativa sui serramenti motorizzati, nonché consulente tecnico di UNAC (Associazione costruttori di infissi motorizzati e automatismi per serramenti in genere). Associazione nella quale Toni Cavalcante (titolare TOPP srl) ricopre attualmente la carica di presidente.

Tornando brevemente alle nuove automazioni per porte pedonali scorrevoli da segnalare che i modelli T120 (portata max 120kg), T240 (portata max 240kg) e T240R (versione ridondante) sono caratterizzate da ingombri ridotti ed elegante design, facili da installare e disponibili in kit per pronta consegna. Grazie ad una serie di caratteristiche distintive che garantiscono vantaggi sia dal punto di vista del prodotto che dal punto di vista del servizio, rappresentano una vera innovazione nel mondo delle porte automatiche.

Di seguito i principali punti di forza: massima portata nel minimo ingombro; sezione automazione 150mmX H100mm (portata massima 240kg); elevata silenziosità; carter di copertura in alluminio e PVC; carrelli ad innesto semplificato, con ruote sostituibili senza necessità di rimozione dell’anta, auto-allineanti e con sistema anti-deragliamento già integrato nella traversa, senza ruota aggiuntiva; separazione della parte meccanica dalla parte elettrica con possibilità di effettuare verifica dei cablaggi e programmazione della scheda senza necessità di asportazione del cassonetto per tutta la lunghezza. Passaggio cavi su lato posteriore della trave senza interferenze con la componentistica meccanica e traversa in alluminio e PVC scomponibile, con grande riduzione di ingombro e peso rispetto ad una traversa tradizionale in alluminio.

Passando alla nuova S200 si tratta di un’automazione elettromeccanica per porte pedonali a battente con portata massima di 250kg per ante di larghezza fino a700 mm e 130kg per ante di larghezza fino a 1200 mm. Si presenta con una estetica sobria e minimale, caratterizzata da una elegante copertura in acciaio verniciato, proponendosi come soluzione ideale per ambienti di pregio, sia residenziali che commerciali: negozi, uffici, hotel e altri contesti che richiedono, per esigenze di ripartizione degli spazi, l’installazione di un automatismo per porte a battente.

La nuova S200 è conforme alla norma EN16005 e prevede il funzionamento in Full Power e Low Energy, condizione quest’ultima che consente di evitare, grazie al controllo elettronico della forza e della velocità, l’installazione di sensori di sicurezza. È molto semplice da configurare tramite la combinazione dell’operatore con 3 diversi bracci, scorrevole, articolato e a gomito, con estensioni per adattare perfettamente l’operatore alla parete e alla posizione della porta stessa. In caso di interruzione di corrente, un affidabile kit batterie garantisce la continuità di funzionamento dell’operatore.