associazione

Marcatura CE chiusure oscuranti. UNICMI su UNI EN 13659 e valutazione limiti 1° ottobre

Nel ricordare la disponibilità, in lingua inglese, della nuova edizione della norma di prodotto EN 13659, di riferimento per la marcatura CE delle chiusure oscuranti, esprime considerazioni su quanto potrebbe variare in merito a partire dal 1 ottobre con l'entrata in vigore dei decreti ministeriali sull'efficienza energetica pubblicati ieri sulla GU
0
1100

UNI chisure oscurantiCon grande tempestività, una nota UNICMI  nel ricordare che UNI ha reso disponibile, in lingua inglese, la nuova edizione della norma di prodotto EN 13659, di riferimento per la marcatura CE delle chiusure oscuranti (tapparelle, persiane, scuri, tende esterne alla veneziana), esprime le prime considerazioni su quanto potrebbe variare in merito a partire dal 1 ottobre con l’entrata in vigore dei decreti ministeriali sull’efficienza energetica pubblicati ieri sulla Gazzetta Ufficiale. Tornado alla EN 13659 viene ricordato che la versione 2015  recepisce la versione europea della norma entrata in vigore il 20 Maggio 2015 e sostituisce l’edizione precedente (EN 13659:2004+A1:2008, in vigore dal 01 ottobre 2008 e resa disponibile da UNI in data 5 febbraio 2009). “Al momento– viene sottolineato nella nota – risulta un riferimento volontario fintantoché non verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea.” Elemento caratterizzante della nuova edizione  è l’aver introdotto due nuove caratteristiche essenziali per le chiusure oscuranti in aggiunta a quella preesistente, la resistenza al carico del vento: la resistenza termica aggiuntiva ΔR e il fattore solare totale gtot. Si ricorda inoltre che il produttore di chiusure oscuranti – a livello di Dichiarazione di Prestazione e Documentazione di Accompagnamento – deve indicare tutte le caratteristiche definite essenziali dalla norma di prodotto UNI EN 13659 e in corrispondenza di ciascuno deve dare una risposta. Risposta che può essere: il livello prestazionale posseduto dai serramenti di sua produzione e accertato secondo le metodologie (prova di laboratorio oppure calcolo a seconda del requisito) previste dalla norma di prodotto oppure il “classico” N.P.D (Prestazione Non Determinata) se non sussistono disposizioni legislative nazionali che impongono di dichiarare il livello prestazionale per specifici requisiti, ne precisi obblighi contrattuali in merito. La nota prosegue ricordando che ad oggi il Regolamento (UE) n°305/2011 impone di dichiarare il livello prestazionale di almeno una delle caratteristiche essenziali definite dalle norme di prodotto. Non è quindi possibile per il Produttore di chiusure oscuranti avvalersi dell’opzione N.P.D. (Prestazione Non Determinata) per tutte le caratteristiche essenziali così come definito dalla UNI EN 13659, tuttavia il produttore può liberamente scegliere per quale delle tre caratteristiche essenziali definite dalla norma di prodotto (resistenza al carico del vento, resistenza termica aggiuntiva ΔR, fattore solare totale gtot) dichiarare il livello prestazionale, sempre fatto salvo che non sussistano differenti obblighi contrattuali. Liberta che dal 1 ottobre potrebbe non essere più tale in  considerazione dell’entrata vigore dei decreti in materia di risparmio energetico in edilizia che , se non modificati, “imporranno il rispetto di specifici limiti di fattore solare totale gtot. per le schermature solari mobili su chiusure trasparenti in determinate condizioni tecniche: le chiusure trasparenti devono essere posizionate su specifici fronti dell’edificio SUD, EST, OVEST, SUD-EST, SUD-OVEST); le chiusure trasparenti devono essere state oggetto di intervento di riqualificazione energetica in ambito diverso dalla nuova costruzione e dalla ristrutturazione detta di “primo livello” (interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda complessiva dell’edificio). In tali condizioni quindi dovranno essere rispettati i limiti di fattore solare totale gtot. di cui al Prospetto 1 (vedi sotto) e, conseguentemente, a livello della marcatura CE il Produttore non potrà avvalersi dell’opzione N.P.D. (Prestazione Non Determinata) in corrispondenza di tale caratteristica.”  La nota conclude con l’annuncio che verrà presto aggiornato, e reso disponibile, il documento tecnico UNICMI UX47 dedicato alla marcatura CE delle chiusure oscuranti

Prospetto 1

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here