associazione

Incontro sul nuovo mercato per il Serramentista 2.0. Unicedil “bissa” e rilancia in servizi

Molto cadenzato, il secondo incontro sul l tema “Il Nuovo Mercato per il Serramentista 2.0 ” è stato arricchito dalla proposizione di un nuovi servizi e nuove convezioni
0
511

Come preannunciato,  il 13 ottobre  si è svolto a Tivoli Terme (Roma) il secondo incontro organizzato da Unicedil stavolta in  collaborazione con Vorne Italia, intorno al tema “Il Nuovo Mercato per il Serramentista 2.0 – Prospettive e Opportunità ”. Ed è sempre stato il centro convegni dello splendido Grand Hotel Duca D’Este a fare da cornice.

Incontro molto cadenzato, arricchito dalla proposizione di un nuovo interessante servizio di natura finanziaria legato alle possibilità di accedere alle risorse rese disponibili da bandi comunitari e nazionali. Nuovo ampliamento dei servizi offerti alle 225 imprese associate a cui si affianca la nuova strategica convezione stipulata dall’associazione con il laboratorio ICIM.

Aperti i lavori Francesco Siervo, presidente di Unicedil, ha subito lasciato spazio a Giorgio Natalizia di Vorne Italia srl (partner dell’incontro) filiale delle multinazionale turca presentata come “specialista della movimentazione anta ribalta”. 

Con Edoardo Dossena di ICIM SpA si è poi entrati nel merito della convenzione stipulata con l’ente di certificazione indipendente con particolare riferimento alla EN 1090 che per gli elementi in metallo definisce i “Requisiti per la valutazione di conformità dei componenti strutturali”.

Di qui lo spunto a Francesco Siervo per aggiornare gli operatori associati e non presenti di ritornare sulla novità legislativa rappresentate dall’entrata in vigore del GDPR 2016/679 ( nuovo regolamento UE sulla protezione dei dati). Novità per le quale è stato messo a disposizione delle imprese associate il servizio”soluzione privacy”.

Servizio definito per sviluppare le misure necessarie al raggiungimento della conformità al GDPR “… così da evitare di incorrere nelle possibilità di vedersi consegnare multe che possono raggiungere il 4% del proprio fatturato con pensanti risvolti per la propria attività sia in termine di mercato che di reputazione” ha sottolineato Siervo che ha anche brevemente anticipato alcune delle novità che riguardano gli Ecobonus.

Unicedil: notivà Ecobonus come strumenti di servizio

Tema molto sentito anche dalla sessantina di operatori presenti, che è stato attualizzato dall’architetto Ester Marino in considerazione dell’avvenuta pubblicazione sulla G.U del decreto che dispone l’avvio da parte di ENEA dei controlli sulle pratiche relative incentivi concessi.

Invio cui modalità sono diventate più complesse aumentato notevolmente la probabilità di incorre in errore e con esso rendere più concreto il rischio non solo di dover restituire quanto portato , indebitamente, in detrazione ma pure una pesante multa (o peggio).

Invio pratiche ad Enea per la sostituzione dei serramenti che se effettuato direttamente dal serramentista può diventare un concreto elemento di differenziazione dalla concorrenza attraverso servizi e assistenza offerta ai propri clienti.

Il tambureggiante susseguirsi degli interventi ha , in chiusura, animato il dibattito di una platea di operatori decisamente attenta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here