incentivi

    Ecobonus al 100% tra le ipotetiche misure contro la crisi da coronavirus

    Figura anche l'Ecobonus al 100% tra le possibili ipotesi citate a Stefano Patuanelli, Ministro per lo sviluppo Economico , al "Sole24" per tamponare la crisi economico-produttiva provocata dagli effetti derivati dalla diffusione del covit-19 a livello nazionale ed internazionale
    1
    1192

    Ecobonus al 100% tra le ipotetiche misure citate dal Ministro Stefano PatuanelliFigura anche l’Ecobonus al 100% tra le ipotetiche misure per il rilancio dell’economia citate da Stefano Patuanelli, Ministro per lo Sviluppo Economico , al il Sole24“. Riprendendo testualmente quanto riportato sul sito del quotidiano economico in merito alle misure ipotizzabili per rilanciare l’edilizia, il Ministro avrebbe dichiarato che: «…è fondamentale il potenziamento dell’ecobonus. Si può spingere portando anche al 100% la detrazione per l’efficienza energetica e accompagnandola con lo sconto in fattura».

    Sconto in fattura che ha opportunamente puntualizzato il ministro non deve avere effetti sulla liquidità delle piccole imprese.

    Misure quelle ipotizzate per l’edilizia che potrebbero rientrare in un pacchetto di interventi molto più esteso ed articolato a patto di «...evitare sovrapposizioni, potenziando ove necessario le misure che già esistono. Penso ad esempio a Transizione 4.0, il piano che ha aggiornato Impresa 4.0. Valutiamo se aumentare le soglie di investimenti incentivabili con il credito di imposta o le percentuali di beneficio fiscale...».

    Tra le altre misure citate figurano anche il possibile ripotenziamento degli impianti rinnovabili esistenti, un dl per permettere la cantierizzazione immediata degli investimenti già stanziati e ulteriori misure per accelerare la rottamazione di autovetture e motocicli.

    Interventi statali che, ripetiamo, sono stati solo ipotizzati dal Ministro Patuanelli e che per il solo Ecobonus al 100% così come attualmente strutturato e a meno che si tratti di una iniziativa di brevissima durata ( il solo secondo semestre dell’anno per intenderci) richiederebbe stanziamenti aggiuntivi di finanza pubblica superiori ai 3 miliardi e poco più di euro al momento indicati per cercate di tamponare gli effetti di una crisi economico-produttiva che la diffusione della psicosi da coronavirus promette di rendere ancor più grave di quanto era inizialmente ipotizzabile.

    A proposito delle risorse finanziarie necessarie ricordiamo che stando all’ultimo rapporto annuale sulle detrazioni relative all’Ecobonus diffuso da ENEA, nel solo 2018 le famiglie italiane hanno investito oltre 3,3 miliardi di euro per realizzare circa 335 mila interventi di riqualificazione energetica.

     

    1 commento

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here