associazione

Assemblea Unicmi: forte disagio per costi posa serramenti. Rieletto Faré alla presidenza

Guido Farè confermato alla presidenza; mercato molto favorevole anche per il 2022 facendo attenzione ai prezzi delle materie prime e…. "Molto imbarazzante chiedere di essere ascoltati quando ti dicono che proprio nel tuo settore si indicano costi palesemente gonfiati...” le parole con cui Pietro Gimelli ha condiviso l’aggiornamento sui bonus ed il decreto anti frodi con i soci presenti all’assemblea generale ospitata a MADE expo 2021

 

MADE Expo ha ospitato nell’area convegni “Forum legno edilizia”, l’edizione 2021 dell’Assemblea generale dei soci Unicmi alla quale hanno partecipato, in presenza e on-line, le più rappresentative aziende italiane dei comparti dell’involucro edilizio e dei dispositivi per infrastrutture di mobilità.

L’evento ha vissuto due momenti incardinati sul comune concetto di valore: associativo ed etico, il primo, e di mercato il secondo.

Al valore dell’associazione e al valore dell’etica hanno fatto riferimento il presidente Guido Farè e il direttore generale Pietro Gimelli; al valore dei materiali e del mercato Gianclaudio Torlizzi di T-CommodityCarmine Garzia, responsabile dell’Ufficio Studi Unicmi,

“...Ho scelto di titolare “il valore di un sistema” questa relazione – ha spiegato Guido Faré  ricandidato alla presidenza – perché credo che sia proprio attraverso l’analisi della singolarità del sistema associativo di cui è permeata Unicmi che si possa capire la sua utilità e la sua efficacia che sono le motivazioni per le quali ho scelto di continuare a fare il Presidente ancora per due anni.

Delega, partecipazione e condivisione

Unicmi si fonda innanzitutto su 3 principi: la delega, la partecipazione e la condivisione.

Ovvero funziona così: i Soci delegano l’Associazione e la individuano come luogo deputato dove identificare gli interessi comuni di comparto in partite molto importanti. Pensiamo, ad esempio alle normative sulle quali Unicmi “vigila” per noi e alle quali porta la nostra voce…”

Guido Faré è stato poi rieletto all’unanimità presidente dell’associazione per il biennio 2022-23 insieme al Comitato di presidenza composto dal vicepresidente vicario Massimo Corsini e dai vicepresidenti Donatella Chiarotto, Mauro Furlan e Mario Fusi, rappresentativi di tutte le tipologie di filiere industriali presenti nelle Divisioni Unicmi.

In chiusure del suo intervento Farè ha opportunamente ricordato che:“…Sui serramenti Gimelli vi aggiornerà sugli sviluppi del Decreto Legge 157 che, come sappiamo ha modificato le modalità di accesso allo sconto in fattura e alla cessione del credito per tutti i bonus. Un Decreto purtroppo giustificato dalle tante frodi evidenziate dall’Agenzia delle Entrate.

Ma in questa relazione mi sembra doveroso sottolineare che la Legge di Bilancio attualmente in discussione al Senato conferma il Superbonus sino al 2025 e conferma per un triennio Ecobonus e Bonus Ristrutturazioni.

Tutto ciò, se sarà confermato a dicembre dalla conversione definitiva in legge, rappresenterebbe un orizzonte di certezze e di programmazione importanti e inedite per il comparto.

Mai, prima d’ora avevamo potuto contare su una proroga che andasse oltre i 12 mesi. Ora potremmo contare su tre anni di detrazioni e sappiamo bene cosa hanno significato in termine di fatturato quest’anno.”

Materie prime, aggiornamento mercato e… anti frodi

A seguire Gianclaudio Torlizzi di T-Commodity ha spiegato ai partecipanti come il trend di aumento dei materiali non rappresenti una eccezionalità ma bensì caratterizzerà i prossimi anni stabilizzandosi verso l’alto mentre, attraverso un video pre registrato, Carmine Garzia (responsabile Ufficio Studi dell’associazione)  ha sottolineato l’eccezionalità della presentazione per l’occasione del 3° aggiornamento dei dati del rapporto “Il mercato dei serramenti e delle facciate continue 2020 e 2021” dati che confermano come il 2021 si chiuderà con una crescita record degli investimenti delle costruzioni del 12,3%, con proiezioni di crescita del 9,1% per il 2022.

La crescita che si troviamo di fronte è eccezionale e continuerà per tutto il 2022  –  ha ribadito Garzia – . Dobbiamo considerare che continueranno le tensioni su prezzi delle materie prime e ci saranno diverse criticità legate all’effettiva reperibilità di prodotti e servizi essenziali per far fronte alla domanda”

A chiusura degli interventi Piero Gimelli (D.G. Unicmi) ha riportato all’assemblea gli ultimi aggiornamenti sugli sviluppi normativi in merito ai bonus, ricordando quanto sia stato forte e continuativo il lavoro svolto dall’associazione per non fare entrare IVA e costo della posa del serramento nei prezzi limite indicati per i serramenti dal MiSE e come l’esorbitante ed ingiustificabile costo spesso imputato proprio alla posa in opera dei serramenti sia stato una delle concause che hanno spinto il Governo  a redigere il decreto anti frodi che impone in caso di sconto in fattura/cessione del credito l’obbligo di asseverazione.

” …Asseverazione che consigliamo di fare anche in relazione al prezzo” ha caldeggiato Pietro Gimelli ricordando” …che  stiamo proponendo di semplificare il processo di definizione del prezzo attraverso l’utilizzo dei soli prezzari …” sottolineando poi come ” sia stato molto imbarazzante chiedere di essere ascoltati quando ti dicono che proprio nel tuo settore si indicano costi palesemente gonfiati….”

Esprimendo forti dubbi che il decreto potrà essere sostanzialmente modificato, Pietro Gimelli ha infine presentato e posto in votazione all’assemblea il Bilancio 2020 e le variazioni introdotte per le quote associative.

(foto Unicmi)