azienda

Fondo Clessidra acquisisce il 100% di Scrigno Holding. Chiusura operazione entro giugno

Dopo Roberto Cavalli, ABM Italia e Nexi, l’ingresso nel Gruppo Scrigno costituisce per Clessidra (fondo di private equity, con oltre 2,5 miliardi di Euro di capitale) il quarto investimento realizzato attraverso Clessidra Capital Partners
0
69

Clessidra acquisisce il 100% di Scrigno Holding. Clessidra SGR, società leader nel mercato italiano del private equity,  e Scrigno Holding hanno annunciato l’avvenuta sottoscrizione di un accordo definitivo per l’acquisizione della totalità del capitale azionario del Gruppo Scrigno con sede a Rimini. Gruppo italiano nato dall’intuizione imprenditoriale del fondatore Giuseppe Berardi, in grado di rivoluzionare il concetto di porta “scorrevole”, trasformandolo in un prodotto originale e differente rispetto all’offerta del mercato grazie all’introduzione dell’innovativa soluzione a scomparsa. Gruppo oggi presente in oltre 20 Paesi del mondo con filiali commerciali in Italia, Francia, Spagna e Repubblica Ceca. Grazie alla forza del marchio (divenuto di fatto un sinonimo di porta a scomparsa) e alla qualità del prodotto, il Gruppo Scrigno è cresciuto costantemente raggiungendo nel 2017 un fatturato di circa 68 milioni di euro, circa la metà del quale realizzato all’estero.

In base agli accordi raggiunti, Clessidra acquisirà il 100% del capitale della capogruppo Scrigno Holding. Il closing dell’operazione è atteso per la fine di giugno, una volta ottenuta l’approvazione delle autorità competenti. L’ingresso nel Gruppo Scrigno costituisce per Clessidra (fondo di private equity, con oltre 2,5 miliardi di Euro di capitale) il quarto investimento realizzato attraverso Clessidra Capital Partners 3, il terzo fondo in gestione. “Con l’acquisizione di Scrigno entriamo in un segmento di mercato caratterizzato da buone prospettive di crescita e ulteriori potenzialità di sviluppo, soprattutto all’estero – ha sottolineato Mario Fera, A.D di Clessidra SGR –. L’operazione rientra nella strategia di Clessidra di valorizzazione e rafforzamento di marchi italiani di successo da accompagnare, grazie anche ad un approccio industriale, verso una nuova fase di espansione”.

La scelta di puntare su Scrigno – ha aggiunto Marco Carotenuto, managing director di Clessidra – è supportata dal valore di un marchio sinonimo di qualità e di eccellenza del Made in Italy, efficienza produttiva, visione e capacità manageriale che la famiglia Berardi ha saputo imprimere. Vediamo un trend positivo per i prossimi anni sostenuto dall’ulteriore rafforzamento delle vendite in Italia e all’estero, dalla piena integrazione del business della Master e da numerose opportunità di crescita, anche per linee esterne”.

Nell’ambito dell’operazione, Clessidra si è avvalsa dell’assistenza dello studio Linklaters, in qualità di consulente legale, di Roland Berger, KPMG e Studio Alonzo Committeri come consulenti nella due diligence e di BNP Paribas per gli aspetti finanziari. La famiglia Berardi è stata assistita dall’ advisor finanziario BDO e dal Prof. Francesco Gennari come consulente legale. “L’accordo con Clessidra – ha commentato il Cavaliere Giuseppe Berardi, fondatore del Gruppo Scrigno – rappresenta un ulteriore passo in avanti per continuare lo sviluppo virtuoso che l’azienda ha intrapreso negli ultimi anni”. “Sono orgogliosa del lavoro svolto dalla nostra organizzazione – ha aggiunto Mariacristina Berardi e abbiamo trovato in Clessidra l’interlocutore ideale a cui affidare la gestione di Scrigno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here