Sviluppo tecnologico e riqualificazione offerta

Nasce “Tavolo Euro Italiano delle Costruzioni”

Articolata rete d’opinioni e proposte formata dai vertici italiani di Organismi Europei

Organizzatio e promosso da Manlio Venditelli dell’Università LA SAPIENZA di Roma (Dipartimento Design Tecnologia dell’Architettura Territorio e Ambiente DATA) si è tenuto a Roma il primo incontro del Tavolo Euro Italiano delle Costruzioni costituito dai rappresentanti dei settori essenziali  di questo compato economico. Il Tavolo  intende avviare un confronto ed uno scambio di idee sulle politiche europee del settore e sulle relative connessioni e interdipendenze con il livello nazionale. Proporrà da un lato posizioni condivise e convergenti che sostengano il settore in Europa e lo rilancino in Italia, dall’altro valutazioni di respiro europeo sulle ipotesi nazionali relative al settore; in questo quadro si darà evidenza al ruolo delle Macro Regioni Europee e alla diffusione del Dialogo Sociale Europeo, inteso come stimolo per la produttività. Il Tavolo ha deciso anche come ampliarsi ulteriormente e organizzarsi. I componenti del Tavolo intendono nell’immediato futuro portare l’attenzione, anche con specifiche proposte, su alcuni “temi forti” per l’ innovazione, lo sviluppo tecnologico e la riqualificazione dell’offerta occupazionale nel settore, come ad esempio: evoluzione dei macchinari per i processi; infrastrutture per la Logistica; sensibilizzazione del mercato verso le normative europee; nuove Direttive Appalti; manutenzioni integrate dell’Ambiente, del Territorio e del Costruito; normative europee sui materiali e in particolare relative al Regolamento 305/11; approccio di tipo smart per i progetti, dall’impostazione fino al finanziamento; forme delle sostituzioni urbane; agevolazione strutturali pro-attive per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici; armonizzazione delle iniziative e delle normative ambientali. Erano presenti all’incontro: Libero Ravaioli presidente CEPCM (Conseil Européenne des Producteurs des Materiaux de Construction) e consigliere incaricato FINCO per l’Europa, Paolo Cannavò presidente FECC (Federazione Europea dei Manager delle Costruzioni), Giusepppe Frerip presidente UFEMAT (Unione Europea delle Federazioni Nazionali dei Commercianti in Materiali da Costruzione), Andrea Marconi, presidente uscente EBC (European Builders Confederation); Rossano Rimelli presidente CECOP (European Confederation of Workers’ Co-operatives, Social Co-operatives and Social and Participative Enterprises), Carlo Parietti presidente EUROCADRES (Council of European Professional and Managerial Staff); , Consigliere incaricato FINCO per l’Europa; Claudio Sottile in rappresentanza di Domenico Pesenti presidentete EFBWW European Federation of Building and WoodworkersAl Tavolo ha partecipato pure Mose’ Ricci ordinario dell’Università di Genova.