online

Cresce l’utilizzo di Internet ma diminuiscono le pagine viste

Presente pure interessante approfondimento sulle attivitĂ  effettuate da cellulare

Audiweb ha reso disponibile i nuovi risultati sulla diffusione dell’online in Italia, Audiweb Trends, report di sintesi realizzata in collaborazione con Doxa. Stando a quanto rilevato nel primo trimestre 2013 il 68,2% delle famiglie italiane (14,8 milioni) ha dichiarato di disporre di un accesso a internet da casa (attraverso computer, televisore o console giochi) di cui il 71,6%  con connessione veloce- ADSL o fibra. Analizzando il profilo socio-demografico degli individui che hanno dichiarato a marzo di poter accedere a internet da qualsiasi luogo e device (compresi quindi cellulare/smartphone e tablet) , l’online nel nostro Paese si conferma ampiamente diffuso tra tutti i profili, presentando comunque tassi di concentrazione molto elevati tra quelli più qualificati in termini di istruzione e condizione professionale. I livelli più alti di concentrazione si registrano, infatti, tra i giovani (il 94% degli 11-34enni), tra i laureati (il 98% dei casi), tra gli studenti universitari (il 99,7%) e di scuole medie e superiori (il 96,6%), tra gli impiegati e gli insegnanti (il 97,7%), con un tasso di penetrazione del 100% tra i dirigenti, quadri e docenti universitari. Se da un lato l’uso di internet si consolida dall’altro se ne fa verosimilmente un uso più selettivo come lascia intuire la riduzione del 3,3% delle pagine viste per persona nel giorno medio. Il report propone pure un interessante approfondimento sulle attività effettuate da cellulare, da cui emerge che tra le attività più citate da chi dichiara di accedere a internet dal cellulare risultano: navigare su internet (il 65,8% dei casi), inviare/ricevere e-mail (il 40,5% dei casi), accedere ai social network (37,1%), scaricare e utilizzare applicazioni (37%), consultare motori di ricerca (36,2%), consultare il meteo (31,9%). Risulterebbero inoltre essere 6,6 milioni le persone che dichiarano di aver scaricato e utilizzato almeno una volta un’applicazione e la maggior parte, il 76,9%, ha scaricato solo applicazioni gratuite.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome