Luce ed ombra disegnano la residenza panoramica

Un edificio residenziale configurato a corte aperte frutto di un’attenta ricerca progettuale, mirata a integrare lo spazio domestico nel contesto naturale attraverso pareti vetrate. Scelta che ha sortito esiti inaspettatamente complessi senza pregiudicare un’immagine semplice e gradevole

luce metra

Casa ED – sviluppata attorno alla luce – sorge a Grumello del Monte (Bergamo), all’interno di un lotto di nuova edificazione posto a breve distanza dal piccolo centro di Boldesico. Si tratta di un sito dall’esposizione panoramica particolarmente felice, protetto alle spalle dalle prime propaggini collinari delle prealpi e rivolto a sud verso una spettacolare veduta a 180 gradi della pianura.

L’edificio presenta una configurazione a corte aperta, risultato di un impianto planimetrico a “L” che equilibra la generosa apertura verso il paesaggio circostante, caratterizzato da vigneti dolcemente digradanti verso la pianura, e la protezione dall’introspezione dell’area esterna, in particolare la zona dell’ingresso e della piscina, a tutela della riservatezza.

In elevazione, la composizione si distingue sia per le ampie superfici trasparenti, sia per il notevole aggetto del solaio di copertura, che si protende lungo tutti i prospetti dell’intero edificio e che, per effetto del rivestimento in elementi in fibra di legno a celare le gronde, impone una marcata orizzontalità a un’immagine architettonica dai tratti semplici e lineari.

I rapporti dimensionali fra le superfici vetrate e lo sporto del portico sono proporzionati per ottimizzare l’ingresso della luce e per ombreggiare le parti trasparenti nelle diverse stagioni, rispondendo a una duplice necessità:

– valorizzare la felice esposizione verso sud della zona giorno, durante l’inverno;

– proteggere gli ambienti interni dall’eccessivo irraggiamento solare durante l’estate.

Oltre a fungere da terrazza per i locali del primo piano, l’ampio solaio intermedio è anche un elemento di mediazione percettiva fra l’interno della casa e la prospiciente corte con piscina. Le sobrie geometrie sono rimarcate dall’uso di una ristretta tavolozza materica: intonaco bianco, per il volume della zona giorno, e pietra naturale di provenienza locale, per il corpo della zona notte.

Il pavimento della corte, interamente flottante, integra il rivestimento e il bordo della piscina. I telai degli alzanti-scorrevoli risultano per buona parte incassati nel pavimento e nella controsoffittatura soprastante, con le parti apribili rimarcate grazie a profili di spessore maggiorato.

Spazi e funzioni

Al piano terreno, i due volumi principale del piano terreno si saldano in corrispondenza dell’area d’ingresso, caratterizzata da un’ampia apertura monoanta. Il portoncino introduce un vestibolo che distribuisce il guardaroba, il vano scale e il bagno di servizio.

Procedendo verso ovest un breve corridoio vetrato rivolto verso la cucina conduce all’ampio living, composto da aree distinte per il pranzo e il relax, quest’ultima con sedute orientate verso il caminetto. Le pareti completamente trasparenti si aprono alla vista della corte esterna, caratterizzata da una piscina con bordi a sfioro e area per l’idromassaggio, accessibile attraverso una grande porta scorrevole panoramica.

La zona notte si sviluppa lungo l’asse nord-sud e comprende due camere, entrambe servite da capienti cabine armadio e comunicanti con i relativi servizi igienici. Anche la camera matrimoniale dispone di una parete completamente trasparente con porta panoramica scorrevole, rivolta verso la corte. La composizione è conclusa da un patio affacciato a meridione.

Gli spazi di servizio occupano il livello ipogeo, accessibile anche dalla rampa veicolare, mentre il piano superiore è concepito come un’estensione quasi autonoma della casa, con il living affacciato sul tetto verde che funge da terrazza e la camera da letto con bagno interno dominata dalle vetrate orientate verso settentrione.

All’esterno, la piantumazione di essenze autoctone lungo il margine meridionale del lotto costituirà un ulteriore elemento di filtro visivo e di controllo dell’irraggiamento solare. Le pavimentazioni esterne sono realizzate con materiali in grado di minimizzare il surriscaldamento causato dall’irraggiamento solare.

Pareti panoramiche

Le pareti trasparenti della zona giorno e delle camere principali sono realizzate con i profili Metra in alluminio estruso a taglio termico, modello NC-S 150 STH per finestre e porte scorrevoli, nella versione Petra. Si tratta di un sistema espressamente concepito per annullare le masse perimetrali negli ambienti di grandi dimensioni, rendendo la luce naturale protagonista del disegno architettonico.

NC-S 150 STH consente la realizzazione di partizioni fisse e di elementi alzanti/scorrevoli di grandezza e peso notevoli (fino a 400 kg), con possibilità di gestire fino a sei ante a fronte di una profondità complessiva pari a 150 mm (spessore massimo dei vetri 43 mm, con camera singola e doppia), unendo eccellenti prestazioni tecniche a soluzioni mirate alla sicurezza e all’accessibilità, grazie all’impiego di binari anti-inciampo con soglie ribassate.

Le astine termiche in poliammide 6.6 rinforzata con fibra di vetro al 25% garantiscono una trasmittanza termica Uw = 1,2 W/m2K (valore per porta a 2 ante 2.500 x 2.500 mm, con Uf = 3,4 W/m2K, Ug = 1,0 W/m2K e psi 0,05 W/mK), mentre l’isolamento acustico può raggiungere i 42 d(B).

Le guarnizioni in EPDM e a spazzola garantiscono inoltre una tenuta all’acqua in classe 9A (600 Pa), una permeabilità all’aria in classe 4 (600 Pa) e una resistenza al vento in classe 3 (1.200 Pa), con freccia di flessione in classe B (s: 1/200).