Formazione

Profilati illustra la tecnologia LIN all’8°edizione Aluminium Two Thousand

Aumenta la velocità di estrusione migliorando pure la qualità del profilo

Si è concluso  a Milano l’8° congresso internazionale Aluminium Two Thousand dal significativo sottotitolo “ Da Milano verso il futuro” che nelle 3 giornate di lavori a sedute parallele ha visto l’intervento di oltre 100 relatori distribuiti in 4 sessioni.  Difronte ad una platea internazionale di operatori del comparto, scienziati, ricercatori ed esperti di aziende e università provenienti da tutto il mondo hanno dettagliato, in inglese, gli argomenti più interessanti e significativi riguardanti il settore dell’alluminio. Sono state giornate d’alta formazione e divulgazione che hanno offerto alle centinaia di partecipanti provenienti dai 5 continenti l’opportunità di incontrarsi ed aggiornarsi sullo stato dell’arte delle ricerca nel comparto e di scambiare le proprie esperienze in merito alle tecnologie dell’alluminio e ai mercati di sbocco. Significativo il contributo di ricercatori ed aziende italiane. A spiccare per contenuto divulgativo il trasferimento di esperienze dettagliata nel corso dell’intervento, dal lunghissimo titolo, di Paolo Celani, direttore di stabilimento di Profilati. Relazione incardinata sulla presentazione della tecnologia LIN (Liquid Nitrogen Technology), ossia del sistema di raffreddamento tramite azoto liquido delle matrici di estrusione dei profili. Profilati è stata tra le prime aziende in Italia a utilizzare questa tecnologia che  rappresenta una significativa innovazione nel settore. La nuova tecnologia, erogando l’azoto liquido in modo controllato direttamente all’interno della matrice, ne riduce drasticamente le problematiche di surriscaldamento dovuto alla deformazione dell’alluminio all’interno della matrice stessa e all’attrito sulla superficie dell’estruso, ottimizzando quindi l’intero processo di estrusione. Notevoli i vantaggi offerti: un aumento della velocità di estrusione e quindi della produttività della pressa,  maggiore durata della matrice e una migliore qualità del profilo sia superficialmente che in termini di struttura metallografica. Essendo previsti  dal programma dell’evento pure tour tecnici alcuni partecipanti hanno anche potuto visitare gli impianti produttivi dell’azienda . «Dopo 7 edizioni, Aluminium Two Thousand è diventato un punto d’incontro insostituibile per tutti gli operatori del settore – ha sottolineato Paolo Celani –  L’evento, infatti, diventa occasione per analizzare tutti gli aspetti della catena dell’alluminio, per incontrare i colleghi di tutto il mondo, per scambiare idee e consigli, per migliorare le proprie tecnologie e strategie produttive, per stringere nuove relazioni di business. Senza dubbio clienti e fornitori possono diventare più forti all’interno di questa vera e propria “comunità dell’alluminio”».