azienda

Studio Dow e SWISSPACER: oltre il 15% potenziale miglioramento U vetrate

Lo studio mostra come grazie a una combinazione ottimale di sigillante e distanziatore sia possibile migliorare il valore Ucw di una facciata di più del 15%, senza modificarne il design
0
85

Studio Dow e SWISSPACER: oltre il 15% potenziale miglioramento U vetrateGli esperti in sigillanti di Dow e lo specialista in distanziatori warm edge SWISSPACER hanno condotto uno studio congiunto ( Dow e SWISSPACER) per provare a quantificare il potenziale di isolamento di sigillanti e distanziatori impiegati nel giunto perimetrale del vetrocamera composto da più lastre.

Ciò considerando un contesto che per le facciate in vetro si contraddistingue per la crescente richiesta di requisiti di efficienza energetica. In tale contesto, infatti, se i valori U del vetro  offrono poco margine di ottimizzazione sotto il profilo economico, per quel che riguarda i sigillanti e i distanziatori impiegati il potenziale è sicuramente maggiore.

Lo studio di Dow e  SWISSPACER che si è avvalso dell’analisi effettuata rinomato studio ingegneristico Bauwerk di Rosenheim, mostra come grazie a una combinazione ottimale di sigillante e distanziatore sia possibile migliorare il valore Ucw di una facciata di più del 15%, senza modificarne il design.

DOWSILTM 3364 e SWISSPACER Ultimate

Nell’ambito dello studio effettuato da Dow e SWISSPACERS sono state esaminate diverse costruzioni di facciate con un sigillante poliuretanico (PU) in commercio, con un sigillante siliconico standard nonché con la brevettata tecnologia DOWSILTM 3364 Warm Edge IG Sealant, di volta in volta combinate con un distanziatore in acciaio inox o con SWISSPACER Ultimate.andamento isoterma studio Dow e SWISSPACER

Stando all’analisi effettuata i risultati sarebbero evidenti: per esempio, DOWSILTM 3364 abbinato a SWISSPACER Ultimate in un vetrocamera triplo (40 mm) di una facciata in alluminio (100 mm di profondità del profilo, dimensioni dell’elemento: 1×2 m) raggiunge un valore Ucw di 0,846 W/m2K, il che significa un coefficiente di trasmittanza termica inferiore di più del 13% rispetto all’utilizzo di un distanziatore in acciaio inox.

Con un sigillante PU di tipo tradizionale e il distanziatore in acciaio inox, la stessa facciata raggiunge soltanto un valore Ucw di 1,002 W/m2K. Le prestazioni energetiche totali della soluzione high-end risulta quindi migliori di oltre il 15%.

 

soluzione dimostrata di grande efficacia

Rispetto al sigillante tradizionale e a un distanziatore in acciaio inox, la soluzione high-end comporta inoltre una temperatura di 2 gradi superiore all’interno del vetro. In condizioni climatiche normali (temperatura ambiente di 20°C e umidità relativa dell’aria del 50%), in questa struttura si forma condensa solo a partire da una temperatura esterna di -49°C.

 Un vantaggio per grandi e piccole imprese di costruzione di facciate: le facciate a tutto vetro con sistemi di fissaggio dotati di profili a U (“toggle”) si prestano per finestre di dimensioni piccole e medie, essendo facili ed economiche da produrre.

Grazie alle prestazioni di DOWSILTM 3364 e SWISSPACER Ultimate si caratterizzano inoltre per un’efficienza energetica di spicco. Committenti, architetti e progettisti apprezzeranno certo anche il fatto che in molti casi non si renderebbe necessarie costose modifiche di design o isolamenti di facciate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here