mercato

    Interventi incentivati: i serramenti ridefiniscono priorità

    Nonostante il pesante calo delle domande relative agli Ecobonus i serramenti si confermano non solo l’intervento più diffuso ma anche quello che determina i risultati e gli orientamenti del mercato incentivato
    0
    365

    Interventi incentivati: i serramenti ridefiniscono prioritàCome a suo tempo segnalato, in concomitanza della presentazione da parte di ENEA del RAEE 2019 (Rapporto annuale sull’efficienza energetica giunto alla sua 8°edizione), è stato presentato pure il rapporto annuale sull’andamento delle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione edilizia (Ecobonus).

    Studio nel quale sono stati  per la prima volta anche riportati i risultati degli interventi di risparmio energetico, con data di fine lavori nel 2018, che hanno fruito del cosiddetto “Bonus Casa” trasmessi attraverso il sito creato per le ristrutturazioni.

    Dati che considerata la mancata effettiva obbligatorietà dell’invio, potrebbero non essere esaustivi pur contribuendo comunque a meglio definire perimetro ed ammontare del risparmio ottenuto attraverso l’uso degli incentivi.

    Strumento, quello degli incentivi, che si conferma essere cruciale per il raggiungimento dei target italiani ed europei al 2030 di riduzione dei consumi. E tra gli incentivi disponibili- sostanzialmente gli stessi del 2017 – proprio i serramenti ne ridefiniscono risultati e profilo tendenziale.

    Variazione che sarebbe sicuramente più opportuno valutare con maggiore attenzione all’atto della definizione di misure legislative rispetto a quanto fatto di recente. Ad indicarlo sono proprio i dati forniti da ENEA.

    Per averne una idea sufficientemente attendibile, molti dei dati contenuti del rapporto devono necessariamente essere rielaborati così da renderli più facilmente comprensibili alla realtà che si vuole rappresentare.

    Operazione che abbiamo svolto seguendo la falsariga di quanto fatto lo scorso anno così da renderne comparabili nel tempo alcuni parametri.

    Come rilevato da Edo Bruno di cui troverete i dettagli sulle pagine di “serramenti + design” numero 8, nonostante il pesante calo delle domande relative agli Ecobonus i serramenti si confermano non solo l’intervento più diffuso ma anche tra quelli caratterizzati dal miglior rapporto costo beneficio.

    Fatto che induce a ritenere l’avvenuta decurtazione dal 65 al 50% della percentuale di detrazione definita per i (soli) serramenti nel 2018 rivelarsi un boomerang in termini di risultati perseguiti.

    La parificazione dell’aliquota con quella definita per le ristrutturazioni (Bonus Casa) sembra infatti avere avuto soprattutto l’effetto di “spostare” anche la domanda dell’intervento più richiesto per gli Ecobonus: quello della sostituzione dei serramenti.

     

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here