azienda

Dirk Bontridder da maggio nuovo CEO Gruppo Reynaers

Con oltre 25 anni di esperienza nella gestione aziendale a livello internazionale in vari settori manifatturieri e di servizi, Bontridder il nuovo CEO del Gruppo Reynaers

Dirk Bontridder, a destra, con Martin Reynards Entrato a fare parte del Gruppo Reynaers in qualità di CEO / Amministratore Delegato dal 1° marzo 2021, Dirk Bontridder assumerà definitivamente la responsabilità della gestione quotidiana e dello sviluppo strategico della nostra azienda familiare.

Dopo aver completato il suo mandato di Amministratore Delegato, Martine Reynaers sarà nominata presidente non esecutivo del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Reynaers.

Sotto la guida di Martine Reynaers, il Gruppo Reynaers è cresciuto fino a diventare un importante gruppo internazionale che raggruppa al proprio interno diverse società attive nello sviluppo di sistemi in alluminio (Reynaers Aluminium) e acciaio (Forster) per l’industria delle costruzioni.

L’azienda conta oggi ben 2.400 dipendenti, è attiva il oltre 70 paesi nel mondo, ed , è specializzata nello sviluppo, distribuzione e commercializzazione di soluzioni architettoniche innovative e sostenibili in alluminio e acciaio.

Tutte le attività delle società del Gruppo Reynaers sono finalizzate ad aumentare il valore degli edifici e migliorare l’ambiente di vita e di lavoro delle persone, con particolare attenzione alla sostenibilità e al design. Innovazione tecnologica, automazione e trasformazione digitale sono i cardini per lo sviluppo di prodotti e servizi all’avanguardia.

“In qualità di presidente del CdA dal 2003, sono orgoglioso che il Consiglio di Amministrazione e gli azionisti della famiglia abbiano preso questa importante decisione all’unanimità in modo professionale – ha dichiarato Eric Van Zele -. Dirk Bontridder indubbiamente la visione ed il talento di leadership necessari per continuare a far crescere l’azienda con successo. Su richiesta della famiglia, prolungherò di un anno il mio mandato di Consigliere e Presidente del Comitato per la Remunerazione.”