componente

Nuovo sensore a sfioramento per aprire/chiudere porte automatiche

Proposto da CAME il sensore SELS2SDG è particolarmente indicato in contesti che richiedono elevati requisiti di igiene in ambienti collettivi come ospedali, ambulatori, studi dentistici, uffici e ristoranti

 

Nuovo sensore a sfioramento

Un nuovo sensore a sfioramento studiato per permettere di aprire e chiudere porte automatiche a battente o scorrevoli senza necessità di comandi manuali è la soluzione che CAME , multinazionale italiana dell’automazione di chiusure, propone per rispondere alle nuove esigenze in tema di sicurezza degli accessi sorte con la fine del lockdown del nostro Paese e la conseguente riapertura dei luoghi pubblici che ha fatto aumentare l’attenzione sul tema della sicurezza e dell’igiene per preservare gli ambienti ai visitatori e per proteggere chi in essi lavora.

Il sensore a sfioramento, denominato SELS2SDG, è stato sviluppato principalmente per l’impiego in ambienti collettivi con severi requisiti di igiene, come ad esempio strutture sanitarie, studi dentistici, uffici o ristoranti, in cui si vuole evitare il contatto fisico con il dispositivo di comando: con un solo gesto, semplicemente avvicinando la mano, il sensore, grazie alla tecnologia a microonde di cui è dotato, attiva l’automazione, consentendo l’apertura automatica della porta.

La corretta ricezione del comando e la successiva attivazione della porta automatica vengono segnalati attraverso un riscontro ottico, che consiste nella sostituzione del colore del LED di segnalazione da blu a verde.

L’intensità luminosa del segnale è personalizzabile.

Dal design semplice e compatto SELS2SDG è stato pensato per adattarsi a diverse esigenze estetiche, assicurando sempre un impatto visivo discreto e piacevole.

Il sensore a sfioramento è disponibile sia nella versione ad incasso, sia con contenitore per montaggio a vista.